Crea sito

Gallerie del Paterno

Partenza: Rif. Auronzo (2320 mt.)

Arrivo: Rif. Auronzo (2320 mt.) si , lo stesso della partenza :)

Dislivello in salita: 430 mt.

Dislivello in discesa: 430 mt.

Tempo: 4:30 h

Segnavia n.10           

Difficolta: Abbastanza facile ma esposta (tranne che nella galleria eheh), nelle roccette finali non si è assicurati (bisogna portare delle torce) EEA

Dal Rif. Auronzo (2320 mt.) si sale alla forcella Lavaredo (2454 mt.). Da cui si hanno due possibilità per raggiungere il rifugio Antonio Locatelli. Si può optare per un sentiero più facile il quale comporta però un maggiore dislivello oppure per uno più impegnativo. In entrambi i casi attraversata la pietraia del Monte Paterno si arriva al Rif. Locatelli. Proseguendo in direzione sud-est il sentiero continua sul dorso di una frastagliata cresta che giunge all'imbocco della prima galleria. La galleria si attraversa facilmente grazie a gradini e alla fune. Larghe aperture nella roccia consentuno uno spettacolare panorama sulle Tre Cime di Lavaredo. Dopo essere usciti dalla gallerie ci si trova su una terrazza panoramica cui segue un'altra galleria. Al termine di quest'ultima si esce su una cengia all'imbocco della galleria principale. Seguendo una corda metallica fissata alla parete si entra nella galleria e la si percorre lungo una scalita disagevole a cuasa dell'eccessiva umidità. Dopo aver superato un tratto in salita il sentiero cambia pendenza. Superata una zona con scarsa visibilità si prosegue lungo una corta ma  verticale parete (2/3 mt.) , comuque attrezzata e ricca di appigli. Per poi attraversare una gola percorrendo una piccola cresta. Il sentiero è infatti molto esposto ed estremamente panoramico. Superatolo si arriva alla Forcella del Camoscio (2650 mt.).Dalla forcella si può scegliere se continuare o deviare per fare anche la cima. Comunque una volta fatta la cima o no bisogna seguire l'indicazione per la Forcella Lavaredo. Il sentiero prosegue ripidamente fino a raggiungere postazioni di guerra e attraversando una cengia rocciosa che porta fino alla Forcella Passaporto. Proseguendo si incontra uno sperone roccioso esposto ma sempre attrezzato. Risalendo una ripida golo si scorge l'ingresso di una galleria tra il nevaio che porta fino alla Forcella Lavaredo da cui si può facilmente tornare al Rif. Auronzo